mercoledì 13 febbraio 2008

Le ciabatte delle Simili




Ho appena finito di vedere un film delirante "A morte holliwood" , il mio amico Protopapas se n'è appena andato e mi pare giusto a quest'ora della notte lasciare un post simpatico...del resto dopo questo film che si può pretendere!?! Questo è un pane che mi piace tantissimo, specie per la colazione da mangiare accompagnato ad una buona marmellata, o quand'è un pò più raffermo da mangiare a pezzi nel caffèlatte...magari farà senso, ma a me piace !!!La ricettina è delle sorelle Simili, quelle bravissime a fare il pane, ma ogni mezzo chilo di pane con loro diventa un parto...nel senso che hanno proprio ragione a chiamare il lievito madre "bambino", ho riso la prima volta che l'ho letto...poi di li a breve ho capito in che guaio mi ero cacciata: "chiamavo mia mamma per controllare il lievito, la sera quando tornavo gli davo la buona notte...non volevo metterlo in frigo per rallentare la fermentazione" e via dicendo con altre pazzie...bhè ora che vi siete fatti quattro risate con queste esperienze di vita assurda vi do le dosi ma il procedimento è abbreviato tanto viene buono lo stesso...

300/350 g di lievito madre attivo e rinfrescato, se non è molto attivo aggiungere un piccolo pezzo di lievito di birra
500 g di farina, le simili non specificano quale, io uso quella di semola di grano duro
300 g di acqua anche un pò di più così viene più morbido
15 g di sale
1 cucchiaino di zucchero
io metto anche un pò d'olio evo
cimino

Sciogliere il lievito madre e l'eventuale lievito di birra in acqua tiepida (non tutta), unire la farina e tutto il resto aggiungere l'acqua necessaria e impastare, impastare e impastare sin quando l'impasto non diventa liscissimo e morbidissimo, dividerlo in due parti e formare due filoni che andranno appiattiti per dare la forma di ciabatta...infarinate abbondantemente una teglia da forno e metteteci sopra le ciabatte, praticate dei tagli trasversali per tutta la lunghezza e se vi piace cospargete la superficie di cimino e acqua per farlo aderire, coprire e dimenticatevelo per un paio d'ore...riscaldate il forno a 220° e mettete una vaschetta con dell'acqua per umidificare, infornate il pane e abbassate a 200°-180° lasciate cuocere per 30-40 minuti, io a metà cottura tolgo la vaschetta..il mio forno è elettrico e quindi mantengo la temperatura sempre sui 200° altrimenti resta palliduccio!!!!!

16 commenti:

frillo ha detto...

Ci vuole passione
molta pazienza
sciroppo di lampone
e un filo di incoscienza
ci vuole farina
del proprio sacco
sensualità latina
e un minimo distacco
"si fa così
rossetto e cioccolato
che non mangiarli sarebbe un peccato
si fa così
si cuoce a fuoco lento
mescolando con sentimento
le calze nere
il latte bianco
e già si può vedere
che piano sta montando" O. Vanoni

Daccordo sono fuori dal tuo tema...ma volevo chiederti come mai non hai affrontato il tema di cibo e sensualità.Ecco la sfida è lanciata adesso tocca a te coglierla oppure no.

PROTOPAPAS ha detto...

Ecco perchè ieri mi hai buttato fuori di casa, perchè dovevi scrivere questo post.....va beh, ti perdono per l'ennesima volta ciao!!!

mike ha detto...

frillo:mi fai commuovere con la vanoni, quelle poche canzoni che conosco mi fanno piangere!!!!cmq dovrei trovare degli argomenti adatti:Perchè non mi aiuti? stile "cibo ed eros" oppure "come corrompere gli uomini con il cibo, trucchi e segreti"...ci devo stulitiare un pò!!!!

Protopapas: non ti ho buttato fuori di casa perchè dovevo scrivere il post...c'ho pensato dopo, perchè stamattina non avrei avuto il tempo...cmq "W DEMENTES" o qualcossa del genere...bacio

L ha detto...

Ma che buone gnam gnam...ormai appena clicco sul link parte la bava...

Ciau,
L.

Flo ha detto...

Ma il lievito madre/bambino???
Buone proverò a farle al mio rientro

L ha detto...

passato per un saluto...però ingrasso ad ogni visita, slurp!

mike ha detto...

ell:sei proprio un tesoro romanticone...non mi aspettavo tutto quel miele!!!!wow

flo:che non ti passi mai per la testa di fare il lievito madre..potrebbe diventare una droga, piuttosto fai una cosa semplice semplice, vai al panificio e te ne fai vendere 300g poi se ti piace ne conservi un pò in frigo!!bacio

ernesto ha detto...

prova

ernesto ha detto...

minkia che è difficile, postare... e prima vuole la password e poi decifrare quelle letterine lì....
cmq
ciao miki, vedo che il tuo blog và alla grande, mi piace davvero e ci vengo praticamente ogni giorno, anche se a volte nn riesco a postare (camurria)!
ti mando due link che secondo me ti potranno interessare molto...
il primo è il blog di una collega di pisa di mio frate (lui studia lì), il secondo nn saprei, però è molto bello...
http://scriccia.blogspot.com/

http://fiordizucca.blogspot.com/

bella l'idea del catering..quando vi allargherete e avrete bisogno di collaboratori, pensami!
vado a studiare
ciao

mike ha detto...

coompàààààààà, mi fa molto piacere questa visita!!!hai proprio ragione le letterine sono una camurria,ma che fai, che studi?!?e a san valentino che facesti...io e manfredi abbiamo lavorato 180 persone tutte accoppiate...mamma che delirio di tavolini!!!!bacione

scriccia ha detto...

Grazie per il tuo commento, e sono felice che ti sia stato utile il mio blogghino!
Comunque molto carino anche il tuo, con un sacco di cosine interessanti... l'avevo sbirciato ieri perchè il fratello di ernesto mi aveva dato il link del tuo blog! A presto!!
Marta

mike ha detto...

grazie per la visita, mi fa piacere che ti sia piaciuto anche il mio blog...un bacioe grazie di nuovo

Dolcetto ha detto...

Oh mamma, mi sa che per la pasta madre passo... impazzirei!!! Però in effetti le ciabattine sono perfette!!!

mike ha detto...

grazie...comunque anche io la sconsiglio è molto problematica..bacio

Moscerino ha detto...

belle queste ciabatte! mi sa che devo comprare il libro delle sorelle Simili...tutte le ricette che ho visto mi ispirano moltissimo!

mike ha detto...

compralo perchè è veramente un libro sacro, e poi ci sono tutti i tipi di pane, dolci da forno...è ottimo,bacio