sabato 9 febbraio 2008

Cala Bianca




Questi posti incantevoli e a bassa densità di persone li conosciamo solo noi geologi, chiaramente, con tutte le scarpinate che ci fanno fare!!!! Questa meraviglia si chiama Cala Bianca e fortunatamente solo pochi pazzi sanno come arrivare nella goletta, dico pazzi perchè c'è un sacco di stada da fare A PIEDI e al ritorno c'è una salita terribile che scoraggerebbe molti, ma meglio così, un posticino salubre quasi confinante con la riserva naturale dello Zingaro a S. Vito, paese famoso anche per il cous cous ( quello che so fare io me l'ha insegnato una parente di mia mamma di questo paesello), con un mare spettacolare, l'unico problema è che ogni tanto ci sono delle correnti particolarmente antipatiche!!!A dx ci sono io e a sx c'è la mia amica di sempre anna, con la quale ultimamente stiamo cercando di portare a compimento un piccolo progetto che riguarda la nostra passione per la cucina...e cioè cucinare a domicilio, fare piccole cene o buffet su ordinazione o addirittura preparare e servire tutto a casa della gente che ce li commissiona...speriamo che vada bene!!!!!


13 commenti:

Black_Ninja ha detto...

GiorNata davvero Meravigliosa...Relax allo stato puro e soprattutto meritato dopo la madornale traversata...ahahha...sarebbe stata perfetta se alla fine si faceva na capatina a Scopello ma abbiamo preferito rimpizzarci ko le Divine Cassatelle alla Ricotta...gnamgnammm

mike ha detto...

vero le cassatelle...me ne ero dimenticata completamente!!!!cmq hai proprio ragione per "la madornale traversata"!!ciao annuzza

Flo ha detto...

Vabbè ma lo zingaro è sempre lo zingaro.....vale i km scarpinati!!
Ke bella idea quella del catering a domicilio, pure io ci avevo pensato ma ormai sono fuori tempo. Cucino per poki eletti :)

Flo ha detto...

PS: riguardo le cassatelle....riesci a rubare/carpire la ricetta della pasta? Io l'ho kiesta praticamente a tutte le mie clienti e ogni volta la risposta è sempre uguale: no signura mia....na sti cose sicci nasce!
E certo nei paesini hanno la scienza delle cassatelle infusa!!

mike ha detto...

mhhh mi sa ke è difficile, prima chiedo a mia mamma ke senza ricette riesce a fare cose impensabili proprio per scienza infusa in caso, telefono all'archivio storico del paese!!!!bacio

mike ha detto...

CASSATELLE ALLA RICOTTA E CIOCCOLATO di Darietta(coquinaria)


INGREDIENTI per 6 persone
Per la pasta,

farina 300 g,
2 uova piccole,
burro 30 g,
zucchero 30 g,
sale,
la scorza grattugiata di un’arancia e di un limone non trattati,
zucchero a velo,
olio di semi,

Per il ripieno,
ricotta fresca 200 g,
cioccolato fondente 50 g,
zucchero semolato 70 g.

Setacciate la farina in una ciotola. Unite le due uova, un pizzico di sale, lo zucchero, la scorza grattugiata degli agrumi e il burro. Lavorate con le dita fino a ottenere una pasta liscia ed elastica.
Avvolgete la pasta in pellicola trasparente e riponetela in frigo per mezz’ora. Nel frattempo, mescolate in una ciotola la ricotta con lo zucchero e il cioccolato tritato. Stendete un quarto della pasta con il mattarello su un piano infarinato fino a ottenere una sfoglia sottile. Ritagliate dei dischi di circa 10 centimetri.
Deponete al centro dei dischi un cucchiaino di ripieno, inumidite il bordo e chiudete a mezzaluna premendo bene sui bordi. Procedete nello stesso modo con la pasta e gli ingredienti rimasti.
Friggete le cassatelle 4 o 5 per volta nell’olio non troppo caldo. Fatele asciugare su carta assorbente e spolverizzatele con lo zucchero a velo.

liquirizia ha detto...

Che belle le scampagnate (da noi si dice così:), sai, la ragazza del blog "un tocco di zenzero" ha avuto la tua stessa idea, e ci è riuscita, le hanno fatto anche un articolo su Repubblica, è detta anche "la cuoca volante".. puoi chiedere a lei come ha fatto!! Poi se va in porto fammi sapere, non si sa mai.. anche io sono alla ricerca di un lavoro creativo ed appagante.. di sicuro non ci facciamo concorrenza geografica!:))

mike ha detto...

speriamo, per ora siamo al punto di stilare menù, tra qlk giorno spero di stampare i deplian....non so come finirà, certo la voglia c'è il problema sono i clienti, chi sa come si comincia???'sono ancora un pò perplessa...si vede..bacione

Viviana ha detto...

la conosco pure ioooooooooooooo!!! :D
adoro lo zingaro, adoro quella caletta e quell'altra più agevole (cala saona?) adoro san vito, adoro il couscous fest, adoro la mia sicilia tuttaaaa :D smacccckkkk

mike ha detto...

bene bene, mi fa piacere che conosci questa meraviglia, abbiamo delle coste meravigliose tipo la scala dei turchi o eraclea minoa che sono le spiagge che più mi piacciono della sicilia...bhè poi in realtà ce ne sarebbero altre che adoro ma queste sono le più suggestive....smack

marcella candido cianchetti ha detto...

bisognerebbe fare una bella scarpinata di ricognizione magari fine settembre , fichi d'india a portata di mano poi come premio una seia granita di limone o gelsomino

mike ha detto...

eh già magari unn granita al baglio di Scopello dopo una giornata di mare!!!che meraviglia

marcella candido cianchetti ha detto...

magari un'altra 'ai ceusa!